locandinaevento
Il libro nero di Via Veneto
22 giugno 2015
FOTO BARILLARI (38)
Opinioni a confronto
22 agosto 2015
Show all

Il Libro Nero

FOTO BARILLARI (41)

           Il 23 giugno abbiamo presentato alla stampa il nostro primo lavoro: il Libro Nero di Via Veneto (cinque volumi editi da la Feltrinelli), che potete comodamente sfogliare in questo sito. Un messaggio chiaro: un  luogo-simbolo della città viene abbandonato al degrado, a dispetto della sua funzione di salotto buono e di land mark del turismo internazionale. Una denuncia articolata, ove l’incuria è stata messa a nudo da drammatiche foto e notazioni puntuali. L’iniziativa sembra essere stato il classico sasso nello stagno: numerose altre denunce simili, questa volta allargate all’intera città. La stampa internazionale mette a fuoco il degrado di Roma intera con lo stesso mezzo: un dettagliato reportage fotografico.  Del resto, la débâcle è sotto gli occhi di tutti. Il declino di Roma, titola il 24 luglio il  New York Times: l’incuria rovina l’immagine della città. Le sue istituzioni sembrano incapaci di gestire la vita quotidiana dei suoi abitanti. La Capitale è abbandonata a se stessa in balia di sporcizia.  Anche Le Monde è impietoso con la Capitale: caos organizzato? Incuria cronaca? Menefreghismo generalizzato? Il quadro tracciato dalla stampa internazionale non lascia scampo. seguono The Guardian e Vittorio Zucconi su repubblica L’avevamo già denunciato noi: camminare sulle erbacce che fioriscono sulle strade, passeggiare in strade deturpate dalla spazzatura, osservare cantieri abbandonati, traffico caotico, manutenzione zero, ecc… Già messa male, la reputazione della città è oggi vicina allo zero. Ed è impietoso il paragone con le metropoli d’Europa che dell’amor proprio e del decoro pubblico ne fanno una delle chiavi del loro successo.

           Di chi è la colpa di questo sciattume triste ed ordinario? Come intervenire ? L’associazione dei Residenti di Via Veneto nasce con l’ambizioso nome di Via Veneto per Roma a voler dire:  cominciamo da questa strada simbolo ed universalmente conosciuta per capire e definire quali sono gli strumenti utili ad invertire il trasandato trend che sino ad oggi l’ha sommersa. Interventi puntuali di riqualificazione ? Calmierazione del traffico ? Regolazione della sosta ? Cura del verde e degli alberi ? Sicurezza ? Non c’è la presunzione di fornire una soluzione predefinita, ma solo di avviare quel dibattito necessario a scuotere e ad appressare l’amministrazione capitolina. Proseguiamo allora sul percorso tracciato della denuncia costruttiva. Proviamo allora a suggerire soluzioni per scuotere questa cappa inerte che avvolge il nostro quartiere.

          La nostra attività sarà di esempio e guida, così come è stato il nostro libro nero di denuncia ? E le soluzioni che potremmo trovare, sperimentare, applicare, non potranno essere anche utili per altre parti della nostra città?